logofd
porticiBo

Casetta Rossa: studio ed evoluzione di una Casa del Popolo bolognese

E' iniziato in questi giorni il workshop “Casetta Rossa: studio ed evoluzione di una Casa del Popolo bolognese” nato dalla collaborazione tra Fondazione Duemila e i dipartimenti di Architettura e Comunicazione dell'Università di Bologna.casetta rossa
Il progetto, che vedrà impegnati gli studenti per oltre un mese, ha per scopo la riqualificazione degli spazi di una Casa del Popolo, rispettandone la storia e valorizzando le nuove necessità.  Per far questo i laureandi di comunicazione raccoglieranno, intervistando i protagonisti di ieri e di oggi, materiali e storie che serviranno a valorizzare passato e presente e trasmetteranno queste conoscenze ai dottorandi di architettura che progetteranno una nuova Casa del Popolo aperta alle esigenze della contemporaneità.

Il caso di studio scelto è la 
Casetta Rossa, la casa del popolo del quartiere Saragozza (via P.Martini, 7).
Tutto il materiale raccolto e prodotto dai ragazzi sarà archiviato in un blog www.casettarossa2015.wordpress.com e permetterà anche a Fondazione Duemila e al comitato di gestione della Casetta Rossa di assistere alle varie fasi del workshop, che vedrà il suo compimento alla presentazione finale del progetto, prevista per fine giugno.

StampaEmail

L'importanza dei partiti politici

Segnaliamo un'interessante iniziativa prevista per venerdì 22 maggio, ore 21, al Circolo Pd Madonnina di Modena (via barchetta, 186), in cui sarà presentata la proposta di legge di revisione della disciplina dei partiti politici, "per ridare autonomia e dignità economica alla politica".

IMG 1110 IMG 1111

StampaEmail

Liberi anche di cantare e ballare

IMG 1094Segnaliamo un'iniziativa nazionale di Anpi, Arci, Insmli e Radio Popolare che propongono di festeggiare in tutta Italia la Liberazione come si fece 70 anni fa in modo spontaneo: cantando e ballando. Proprio come propose il Sindaco della Liberazione di Milano Antonio Greppi.

«Si balla per le strade, sui marciapiedi, nei viali, […] le strade della circonvallazione fanno da cintura a questa esplosione di letizia, di libertà, quasi a cancellare definitivamente le ore buie degli odi, delle diffidenze».
Questa testimonianza di Emilio Pozzi rende bene lo spirito di quei momenti: il desiderio di tornare alla pienezza della vita dopo anni di dittatura e guerra.

Facciamolo anche noi, 70 anni dopo. E’ un invito aperto a tutti coloro che si riconoscono nei valori della Resistenza.


Dove ballare (in aggiornamento)
Il sito dell'iniziativa

Aggiornamento
Aderisce all'iniziativa anche Bologna. Appuntamento venerdì 24 aprile in piazza del Nettuno, vicino al Sacrario dei caduti partigiani di Bologna e provincia. Arci, Libera di Bologna e le associazioni aderenti proporranno la “playlist” della Liberazione e una versione d’eccezione di Bella Ciao musicata per l’occasione da Paolo Fresu.

Non serve portare nulla, solo la voglia di festeggiare!

StampaEmail

Premio Agostini: un 25 aprile tra Liberazione, cinema e Democrazia

25 aprile libreriaSala piena il 25 aprile alla libreria della Festa Nazionale dell'Unità della Montagnola per la serata che Fondazione Duemila e Casa dei Pensieri hanno voluto dedicare al cinema e a Gino Agostini, partigiano e figura di rilievo per la città di Bologna, ricordato da Gianluca Farinelli, direttore della Cineteca.
Figura “fra quelle che hanno consentito a Bologna di diventare una delle capitali europee della cinefilia”, come ha ricordato il prof. Giacomo Manzoli.

Durante l'incontro, condotto dalla prof.ssa Cristina Bragaglia, il regista Giorgio Diritti ha ricordato, in occasione della Festa della Liberazione, il suo film “L'uomo che verrà” dedicato all'eccidio di Marzabotto sottolineando l'importanza di girare film di impegno sociale, come il suo ultimo, ambientato tra Italia e Svizzera nel periodo 1940-1960 e ancora in fase di lavorazione.

La serata, dedicata a “Cinema e Democrazia”, ha voluto essere un'anteprima del Premio Gino Agostini, che sarà presentato ufficialmente tra qualche mese e vedrà le premiazioni svolgersi durante La Notte Rossa 2015.
Per il momento i ragazzi dell'associazione Kinodromo hanno voluto avanzare delle nomination, tre i film selezionati, girati negli ultimi tre anni e con sceneggiature il linea con i criteri di democrazia e impegno sociale richiesti: "Diaz", "The special need" e "La mia classe".
Suggerimenti da (ri)vedere in attesa della premiazione.

Alcune foto della serata (di Francesco Pierantoni)

L'articolo di Repubblica Bologna
L'intervista a Diritti de il Carlino
Un ricordo di Gino Agostini della Cineteca

StampaEmail

Cinema e Democrazia

Il 25 aprile alle ore 21, all'interno della Festa Nazionale della Montagnola, Fondazione Duemila in collaborazione con Casa dei Pensieri promuove un incontro dedicato a "Cinema e Democrazia".
Intervengono: Giorgio Diritti, Gianluca Farinelli e l'Associazione culturale Kinodromo. Presiede Cristina Bragaglia.

Qui la pagina dell'evento su Facebook.


Agostini 25 aprile

StampaEmail