logofd
porticiBo

Italicus, la verità negata

Sono terminate le riprese della docu fiction ITALICUS, LA VERITA' NEGATA, che Fondazione Duemila ha avuto il piacere di ospitare all’interno delle sue sale, scelte come set cinematografico. 
Realizzata dagli studenti del CORSO DOC del Liceo Laura Bassi con la regia di Enza Negroni, indaga la strage sul treno Italicus del 1974, uno dei più gravi attentati messi in atto durante gli Anni di Piombo, rimasto ancora senza colpevoli.
Girato tra Bologna e l’Appennino, il documentario cerca di fare luce su quello che può essere definito come l’ultimo tassello del cosiddetto “quinquennio nero”.  È l'1.23 del 4 agosto 1974 quando si interrompe la corsa del treno Espresso 1486 Italicus proveniente da Roma e diretto a Monaco di Baviera, a causa di una bomba che esplode nella quinta carrozza, in prima classe. Le vittime sono dodici mentre quarantotto viaggiatori rimangono feriti. Le indagini, nonostante i numerosi depistaggi e le contraddizioni dei testimoni, riescono a dimostrare la natura neofascista dell’attentato, senza però riuscire a individuare i colpevoli.
Attraverso un attento e accurato studio materiali raccolti, dopo l’esplosione a San Benedetto Val di Sambro e durante i processi, conservati nelle teche Rai e negli archivi della Regione Emilia Romagna, il docufilm alterna parti di fiction a parti documentariste con interviste alle persone chiave coinvolte, tra cui il giudice Vito Zincani che indagò su “Ordine Nero” l’organizzazione terroristica che rivendicò l’attentato, il giudice Leonardo Grassi del processo Italicus bis, Franco Sirotti fratello di Silver, il ferroviere forlivese che, uscito praticamente incolume dallo scoppio della bomba,Mauro Russo, ferito nell’esplosione, la giornalista Sandra Bonsanti che lavorò al caso, Ennio De Francesco che investigò sull’Italicus e un soccorritore dei Vigili del Fuoco.
image 28 06 21 11 50
Prodotto dalla Videomagazine di Luca De Donatis, il film uscirà in sala a fine anno per approdare successivamente in tv. Le parti di fiction vedono coinvolto un cast proveniente dal territorio, tra questi il bolognese Stefano Pesce (tra i tanti lavori, ‘Ris-delitti imperfetti’, ‘Distretto di Polizia’, e al cinema ‘Da zero a dieci’ di Luciano Ligabue) che interpreta un commissario che indaga sull’Italicus e la ferrarese Miriam Previati (‘Un passo dal cielo’, e al cinema con ‘Innocenti evasioni’, ‘Il traditore’ e altri film) nei panni di una giornalista che segue i vari processi.
image 28 06 21 11 52

StampaEmail

Inaugurazione mostra "Partecipare la democrazia" a Parma

Dal 15  al 22 giugno 2021, la mostra "Partecipare la democrazia. Storia del Pci in Emilia-Romagna" farà tappa a Parma, presso il Palazzo Giordani. 
Martedì 15 giugno alle ore 18.00 la mostra sarà inaugurata da Massimo D'Alema, Presidente della Fondazione Italiani Europei. Con gli  interventi di:  Pierluigi Beccarelli, Presidente Fondazione Arta-DS, Diego Rossi, Presidente della Provincia di Parma e Carmen Motta, Presidentessa dell'Istituto Storico della Resistenza e della storia Contemporanea di Parma.
Si potrà seguire la diretta streaming collegandosi sulle pagine Facebook, cliccando su uno dei seguenti link: Clicca sull'immagine per aprire il collegamento 
invito mostra 100 anni PCI page 0001

StampaEmail

Lontano da Padre Marella

Lunedì 14 giugno alle ore 18.00, presso il Cortile dell'Archiginnasio di Bologna, andrà in scena l'anteprima dello spettacolo teatrale "Lontano da Padre Marella", un monologo di Maurizio Garuti,  interpretato da Gabriele Marchesini, alla viola Stella Degli Esposti,  regia  di Francesca Calderara.
Presentano Giuseppe Chili e Giovanni Pieretti.
Posti limitati si accede solo su prenotazione:
invito corretto page 0001   Copia

StampaEmail

Inaugurazione mostra "Partecipare la democrazia" a Piacenza

Continua il tour della mostra storico-documentaria curata dagli Istituti storici dell’Emilia-Romagna e promossa dalle fondazioni democratiche regionali. "Partecipare la democrazia" verrà ospitata nella provincia di Piacenza, l’esposizione farà tappa alla Casa del Popolo di Rivergaro dal 6 al 13 giugno.
Sarà inaugurata domenica 6  giugno 2021 alle ore 10.30 con la partecipazione dell’onorevole Pierluigi Bersani, di Carla Antonini e di Barbara Spazzapan - rispettivamente direttrice e archivista  dell'Istituto di storia contemporanea di Piacenza - e dello storico dell’Università di Bologna Carlo De Maria, che è anche il curatore della mostra.La diretta dell’inaugurazione si potrà seguire anche dalla pagine Faceboook:
Partecipare la democrazia: https://www.facebook.com/parteciparelademocrazia
Clionethttps://www.facebook.com/AssociazioneClionet
Fondazione Duemila:  https://www.facebook.com/FondazioneDuemila
Fondazione Piacenza Futura: https://www.facebook.com/FondazionePiacenzaFutura


prova piacenza3 copy



StampaEmail

Presentazione del libro " A sinistra con il cuore e con la mente"

Fondazione Duemila promuove la presentazione del libro “A sinistra con il cuore e con la mente”  di Dante Stefani (Edizione Pendragon). Venerdì 11 giugno 2021 alle ore 18.00, presso il Cortile del Pozzo, Palazzo d'Accursio, Bologna.

Con il racconto della vita di Dante Stefani questo libro attraversa il Novecento e arriva fino a oggi, ripercorrendo anche la storia di una città (Bologna), di un partito (il Pci) e del Paese. Una vita che si può leggere come un romanzo, con una partenza in salita, orfano di padre in una famiglia povera e poi, tappa dopo tappa, la costruzione di un’identità politica e amministrativa, con ruoli di primo piano che l’hanno portato a una visione di vasto campo. Una moltitudine di eventi, di incontri, di personaggi della storia recente sono raccontati con la leggerezza di chi ha attraversato il mondo e ha visto tutto, guerra e pandemia comprese. Stefani ha avuto la possibilità di guardare l’Italia dall’Unione Sovietica e l’Unione Sovietica dall’Italia, con la Fiera ha portato Bologna e l’Italia nel mondo e il mondo a Bologna, sempre con uno sguardo lucido e senza pregiudizi. E sempre da una sola parte: a sinistra con il cuore e con la mente.

Con: Serena Bersani, curatrice del libro.
Intervengono: Virginio Merola, Sindaco di Bologna, Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna, Piero Fassino Presidente della 3ª Commissione Affari Esteri della Camera dei deputati e l’on.Pier Luigi Bersani.

 PRESENTAZIONE DEL LIBRO 1

La diretta dell’iniziativa si potrà seguire anche sulla pagina Facebook della Fondazione Duemila: https://www.facebook.com/FondazioneDuemila

StampaEmail

Viaggio dentro il covid a Bologna

Fondazione Duemila in collaborazione con l’Associazione Scienza Medicina Istituzioni Politica Società ( www.smips.org) promuovono la presentazione della pubblicazione “ Viaggio dentro il covid a Bologna” ( Ed. Pendragon)
Lunedì 7 giugno 2021 ore 18.00 presso Agorà, via Carlo Jussi 102, San Lazzaro (BO).
I testi raccolti nel pamphlet affrontano il tema Covid da tre diversi punti di vista: sociologico di Fausto Anderlini, che si sofferma sull'impatto che la pandemia sta avendo sulle giovani generazioni; statistico quello di Gianluigi Bovini, che analizza i dati di un anno di Covid a Bologna e nella sua area metropolitana.
Il testo di Paolo Inghilesi invece è la testimonianza di un uomo che ha vissuto il contagio in prima persona che trascrive il suo toccante diario.
Ne discutono con gli autori: 
Francesco Domenico Capizzi, presidente  Smips
Vasco Errani, senatore
Marina Marini, docente di Biologia applicata Unibo
Sarà possibile seguire la diretta dell’evento sulla pagina Facebook della Fondazione Duemila www.facebook.com/FondazioneDuemilaDuemila
Clicca sull'immagine per il collegamento
invito viaggio A5
La diretta sarà visibile anche se non si possiede un profilo Facebook personale.

StampaEmail